Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 dicembre 2010 3 22 /12 /dicembre /2010 23:03

Un nuovo museo nella piazza principale della città è un evento di portata storica. Per questo Néo, e-Magazine internazionale, dedica un numero speciale in uscita a dicembre, al Novecento e, in particolare, al museo del Novecento che inaugura a Milano il 6 dicembre.

Indagare, interpretare, raccontare il Novecento nelle sue complesse, affascinanti sfaccettature, è l’ambizione del museo che aprirà i battenti negli storici ambienti del Palazzo dell’Arengario: in esposizione oltre 400 opere d’arte del XX secolo da ammirare gratuitamente fino a febbraio 2011.

Opere culturali che incarnano lo spirito del tempo, di un tempo appena concluso, procedono a scandagliare l’identità del Novecento attraverso filoni specifici: si parte da una sezione dedicata alle Avanguardie internazionali con dipinti di Picasso, Braque, Klee e Kandinskij, Laurens  e Modigliani per poi accedere alla prima sala dedicata al Futurismo. Il percorso è contrassegnato dalla presenza di sezioni monografiche, tra le quali quella di Umberto Boccioni, con una collezione di opere unica al mondo. Segue l’arte degli anni Venti e Trenta, tra Novecento e Astrattismo con monografie di de Chirico, Morandi,  Martini e Melotti, mentre a Lucio Fontana è stato dedicato il grande salone della torre dell’Arengario.

AbeBooks.it - Libri nuovi, antichi, usati e fuori catalogo 

Un invito al sogno, pertanto, per rivivere le opere originali nel loro contesto e comprendere il senso più profondo di uno stile e di un gusto. Ed è la grande rampa a spirale all’interno della innovativa struttura, progettata da Italo Rota e Fabio Fornasari, a dare meglio il senso dell’importanza e dell’ambizione di questo progetto: un elemento funzionale che collega i diversi piani della torre, dal livello della metropolitana alla suggestiva terrazza sul Duomo, e nello stesso tempo un elemento artistico che renderà il Palazzo dell’Arengario universalmente riconoscibile. Un percorso complesso ed articolato studiato da un comitato scientifico di altissimo livello creato ad hoc per lo spazio milanese presieduto dal Direttore Centrale Cultura Massimo Accarisi e dal Direttore Settore Musei del  Comune di Milano Claudio Salsi, coordinato da Marina Pugliese, Direttore del Progetto Museo del Novecento.

Lo spazio espositivo che offrirà esperienze emotive oltre che storiche al visitatore, che si muove attraverso il tempo e lo spazio. Non solo un contenitore per la conservazione delle opere d’arte, ma un percorso capace di trascinare il visitatore in un’esperienza unica che diventa segno tangibile di una città che si rinnova nella memoria del proprio passato, come dichiarato dal Sindaco di Milano Letizia Moratti: “Diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento e consentire la migliore e più ampia visione delle collezioni che Milano ha ereditato nel tempo: sono questi gli obiettivi del progetto firmato da Italo Rota e Fabio Fornasari per rafforzare l’identità di Milano e aumentare il suo prestigio internazionale”.

Su Nèo, anche un interessante cammino dell’uomo del novecento attraverso i film culto di ogni decennio; una riflessione di Gillo Dorfles sul Novecento della pittura; la classifica XX Century pop, con i record musicali nel secolo della hit parade; senza dimenticare la letteratura e l’architettura che fanno respirare l’atmosfera del secolo.

Sempre sul numero di néo saranno pubblicati i vincitori ufficiali del contest IdeaMI per creativi internazionali.

468x60 hotel

Per informazioni sul museo: www.turismo.milano.it
Per informazioni su néo: www.neoenews.com (iscrizione gratuita)

( Fonte: www.artevista.eu)

Repost 0
Published by mostrefestivaleventi.over-blog.it - in ESPOSIZIONI PERMANENTI ITALIA
scrivi un commento
2 settembre 2010 4 02 /09 /settembre /2010 17:03

Le Alpi dei ragazzi è uno spazio ludico interattivo in cui i visitatori possono cimentarsi in un'ascensione virtuale al Monte Bianco.

Il percorso utilizza molteplici linguaggi e si propone per essere interrogato e “manipolato” dai visitatori che devono innanzitutto scegliere l’itinerario più agevole e l’attrezzatura più adatta per affrontare l’impresa alpinistica che li attende. I contenuti presenti nelle diverse sale sono adatti a consentire innumerevoli sviluppi interattivi offrendo un contesto propedeutico alla frequentazione della montagna e alla pratica dell’alpinismo utile non solo al pubblico dei ragazzi, ma anche degli adulti.

Il percorso è aperto al pubblico dal giovedì alla domenica.
Solo per i gruppi è necessaria la prenotazione allo 0125 833817.

Nove le sale in cui si sviluppa l’ascensione:
La preparazione del viaggio. Nella prima sala i visitatori trovano l’illustrazione dei quattro profili dell’alpinista che corrispondono ai quattro possibili risultati che si otterranno sulla base del punteggio acquisito: dal più sprovveduto al più esperto. I ragazzi potranno confrontare, al termine del gioco, la propria prestazione con i profili descritti, compilando le schede lungo il percorso. I partecipanti formeranno le cordate indossando le imbragature e le corde da alpinista, e si muniranno di schede e matite per annotare il punteggio dei giochi.

 

 

L’avvicinamento. In questa stanza di passaggio, testi e immagini raccontano il paesaggio attraversato: dai castagni del fondovalle alle nevi della vetta del Monte Bianco.

Il rifugio. La sala rappresenta l’inizio del viaggio, la preparazione dell’itinerario e dello zaino. I ragazzi dovranno tracciare virtualmente l’itinerario che li porterà in vetta, scegliendo tra diverse opzioni ad ogni tappa tenendo conto delle previsioni metereologiche che si potranno consultare in tempo reale. Ogni cordata si cimenta nella scelta degli oggetti da mettere nello zaino per la scalata del Monte Bianco. Su un tavolo interattivo dovranno scegliere, tra una serie di oggetti fisici, i più adatti a completare lo zaino da portare in escursione.

Il ghiacciaio. Nella sala seguente i ragazzi dovranno affrontare l’attraversamento di un ghiacciaio. Un ”sensitive floor” consente la simulazione del suo attraversamento, reso reale grazie a proiezioni ed effetti speciali.

 

La cresta. Il gioco simula “il passaggio in cresta”, con la difficoltà di rimanere in equilibrio su una superficie curva e lievemente irregolare, animata da un effetto vento.

La vetta. Qui si conclude l’ascensione virtuale; verrà scattata una foto-ricordo da inserire sul pannello dei veri alpinisti.

Le vette del mondo. Uno spazio per conoscere il nome di grandi alpinisti che sono andati alla conquista delle montagne più alte del mondo.

Lo yeti. La ricostruzione trimendisionale di uno yeti comparirà a sorpresa guidando i bambini verso l’ultima sala, un mini auditorium dove viene proiettato un filmato dedicato ai ghiacciai.

Le Alpi dei Ragazzi va ad arricchire l’offerta culturale del polo museale del Forte di Bard, integrando le informazioni fornite dal Museo delle Alpi, l’avveniristico itinerario in 29 sale situato all’interno dell’Opera Carlo Alberto dedicato alle Alpi e alle civiltà che le popolano. Due percorsi strettamente correlati tra loro per conoscere da vicino la montagna e imparare ad affrontarla.

 Le Alpi dei Ragazzi
Orario estivo

Dal 1° giugno al 1° agosto 2010: dal giovedì alla domenica dalle 11.00 alle 18.00
Dal 2 agosto al 22 agosto 2010: dal lunedì alla domenica dalle 13.00 alle 19.00
Dal 23 agosto al 26 settembre 2010: dal giovedì alla domenica dalle 11.00 alle 18.00
Orario invernale (dal 27 novembre 2010 al 28 febbraio 2011)
giovedì e venerdì riservato alle scuole su prenotazione
sabato e domenica 10.00 | 17.00
Nel periodo natalizio, dal 27 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011 aperto tutti i giorni 11.00 | 17.00

 

Ingresso intero: 6,00 €
Ingresso ridotto (ultra 65enni, studenti universitari): 5,00 €
Ragazzi (6-18 anni): 4,00 €
Famiglie: biglietto ridotto per due adulti con minimo due ragazzi con età max 18 anni
ingresso assistito (fino a 21 persone): 60,00 € (solo su prenotazione) + 2,00 € (ingresso)
Ingresso omaggio (0-5 anni; disabili; giornalisti)

Fonte: www.fortedibard.it

Editing: Angelo Marcotti

Repost 0
Published by mostrefestivaleventi.over-blog.it - in ESPOSIZIONI PERMANENTI ITALIA
scrivi un commento

PROGETTO CULTURA

EUROPEANA

La biblioteca online europea che riunisce contributi già digitalizzati da diverse istituzioni dei 27 paesi membri dell’Unione Europea in 23 lingue. La sua dotazione include libri, film, dipinti, riviste, quotidiani, mappe geografiche, manoscritti ed archivi.

***********************************************************

GOOGLE ART PROJECT

Explore museums from around the world, discover and view hundreds of artworks at incredible zoom levels, and even create and share your own collection of masterpieces.

************************************************************

http://digidownload.libero.it/tata70z/cigni-reflex.gif

La prima piattaforma lodigiana di prenotazioni via internet. I migliori tour operator, le offerte più hot della stagione, i prezzi più competitivi del mercato: il vostro tempo libero ha da oggi un amico

www.andareingiro.net

***********************************************************

Cerca Nel Sito

Archivi